Inchino il mio capo

Inchino il mio capo stando in piedi, m’inchino verso la luce che voi tutti siete. Mi chiamo Salvatore Nicotra e condivido nel raccontarvi tutto ciò che posso.

Molti anni fa,

una sera nel silenzio ho ritrovato me stesso, la mia essenza Divina, ritrovata perché sono entrato in un silenzio interiore ma non solo per mia volontà ma per volontà della luce del mio vero essere sono stato risvegliato come si dice, ma più che risveglio e un farmi ricordare ciò che sono sempre stato sin dall’origine della creazione. Stavo ad occhi chiusi, una luce di color giallo con la forma dell’otto rovesciato e apparsa nei miei occhi. L’otto rovesciato veniva verso di me capovolgendosi, era un susseguirsi di luce a forma di otto. Ho aperto gli occhi fisici ed ero nella mia stanza in piena consapevolezza di essere nel mio letto, al buio, con poca luce che entrava dalle persiane semi, chiuse. Stavo nel mio silenzio a osservare e  ho aperto ancor di più gli occhi e vedevo ciò che ho visto sin dall’inizio l’otto rovesciato che dal nulla si manifestava e mi veniva incontro con direzione frontale.

Il giorno successivo nel mio silenzio, aspettando che vedessi la luce a occhi chiusi me ne stavo serenissimo, appena sì e manifestata ho aperto gli occhi. Questa volta la luce fuoriusciva dalla mia fronte, si formavano delle sfere di luce colorate pienamente in diversi colori. Le sfere avevano un tragitto verso l’alto, la sua forma era circolare.  Le sfere svanivano nel vuoto come se si aprisse un qualcosa tutto ciò e durato per una settimana. Le sfere che si formavano dalla fronte e dagli occhi  si susseguivano una dietro l’altra per tutto il tempo del mio silenzio. Da quel giorno la luce mi ha sostenuto facendomi comprendere, capire. Ogni giorno durante il mio silenzio mi ha fatto comprendere, capire che oltre il mio corpo c’è un corpo di luce un corpo che emana luce, un cuore interiore che emana raggi di luce mani che emanano luce per cui tutto il corpo emana luce, raggi di luce. avrei ancora molto raccontarvi ma ciò che il mio cuore la mia essenza vorrebbe  dire per il momento. Sono queste parole.

Chi cerca , cerca in se stesso.

Non occorre cercare altrove .

Chi desidera la salvezza non aspetti che qualcuno venga a salvarlo.

Chi attende che entità, i quali nomi non esistono nelle sacre scritture, sia ufficiali, sia gnostici venga per salvare. Non date retta per chi divulga ciò, non fatevi ingannare, la vostra salvezza sta in voi stessi prendete consapevolezza di ciò che siete ritornando in ciò che siete sempre stati. Ogni momento della vostra giornata quando parlate, dialogate lasciate che parli la vostra vera essenza, facendo attenzione che sia veramente l’essenza Divina e non la mente offuscata.

Lasciate fluire luce nella mente affinché non abbia pensieri che non portano bene sia per voi e sia per gli altri e per il pianeta, e il tutto.

Nel ringraziarvi, vi invito ancora una volta siate consapevoli di ciò che siete sempre stati.

 

Inchino il mio capoultima modifica: 2010-06-22T11:30:00+02:00da universale2
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento